venerdì 14 agosto 2015

LA PERSONA RESILIENTE


In ingegneria, è la capacità di un materiale di resistere ad urti improvvisi senza spezzarsi. Per un metallo la resilienza è il contrario della fragilità.
in informatica, quella di un sistema di adattarsi alle condizioni d’uso e di resistere all’usura. Somma di abilità, capacità di adattamento attivo e flessibilità necessaria per adottare nuovi comportamenti una volta che si è visto che i precedenti non funzionano
in ecologia e biologia: capacità di un ecosistema, inclusi quelli umani, di mantenere il proprio equilibrio
in psicologia, capacità dell’uomo di affrontare le avversità della vita, di superarle e uscirne rinforzato e addirittura trasformato positivamente


La persona resiliente è l’opposto di una facilmente vulnerabile. Etimologicamente si collega all’atto con cui uno cade da una barca capovolta dalla furia del mare ed è capace di risalirvi (resalio). Chi è capace di andare avanti senza arrendersi, nonostante le difficoltà.
Per noi dovrà essere il poter andare avanti, persistendo nei nostri obiettivi, fronteggiando in modo efficace le difficoltà e gli eventi negativi che incontreremo, perché la nostra motivazione resta salda e resteremo ottimisti, capaci di leggere gli eventi negativi come momentanei e circoscritti e guardando i cambiamenti come una sfida e come un’opportunità, piuttosto che come una minaccia, senza perdere la speranza di fronte alle difficoltà
Dal Web

Nessun commento:

Posta un commento