venerdì 27 novembre 2015

... prendete le vostre navi e bruciatele

Ho conosciuto l’esistenza di Muhammad Yunus da un libro di Robert Kiyosaki (il business del 21° secolo). Muhammad Yunus è un banchiere Bengalese che ha avuto il premio Nobel nel 2006. La sua idea di banca sta rivoluzionando il mondo imprenditoriale ed il concetto di banca.

In pratica concede ai suoi clienti micro prestiti per avviare le attività, senza garanzie e sulla fiducia!! Voi direte è pazzo? Il risultato è che il 98% dei prestiti vengono restituiti e nel tempo ha prestato circa 5 miliardi di dollari a circa 5 milioni di clienti. Ha avuto il premio Nobel per la Pace nel 2006 e questo modello si sta espandendo in tutti i paesi del terzo mondo e oltre.

Veniamo al dunque, perchè dice che tutti siamo imprenditori? Perchè si è visto che in momenti di crisi, l’attività imprenditoriale si infiamma, cresce moltissimo, perchè gli individui diventano creativi e cercano nuovi modi per fare business. Si esce dal nido delle comodità e ci si mette a lavorare come mai prima.

Di seguito un’altro esempio a conferma di quanto dice Muhammad Yunus: Nel 1549 il condottiero Spagnolo Hernán Cortés Monroy Pizarro Altamirano insieme a 400 uomini, sbarcò in Messico con l’intendo di conquistare la capitale. Il condottiero sapeva che se gli Aztechi erano forti e più numerosi, allora decise di dare l’ordine ai suoi di bruciare le proprie navi dopo lo sbarco. Disse ai suoi uomini, se volete uscirne vivi l’unica possibilità è vincere. Infatti alla fine conquistarono la capitale, ma senza combattere, vincendo di fatto contro 200mila Aztechi con solo 400 Spagnoli.

Come ha fatto Cortez a vincere? Ha vinto perchè quando siamo in crisi diventiamo creativi e creiamo un nuovo elemento nel nostro futuro.

Siamo tutti imprenditori perchè siamo tutti intelligenti abbastanza per creare e per sviluppare nuove idee, in ogni campo, sia per creare fonti di reddito sia per qualunque altra cosa. Il problema che non crediamo che questo sia possibile. E’ questo il limite più grande, non le circostanze reali. Siamo noi a creare le circostanze reali con il nostro modo di pensare e agire. Cambiamo questo e cambieremo il nostro mondo.

Il modo migliore per ottenere quello che vogliamo è decidere e poi bruciare le navi. O morire o conquistare il nostro sogno.

Parlo di questo perchè in passato ho affrontato difficoltà insormontabili, ma poi ho scoperto che senza queste non sarei mai riuscito a crescere come persona. Era una situazione senza via d’uscita, o la risolvevo o morivo. Allora mi sono dato da fare e ho iniziato a fare cose che prima non avevo mai fatto. Adesso non voglio annoiavi con i dettagli, ma se la vostra storia è simile alla mia allora prendete le vostre navi e bruciatele, e iniziate a lavorare come mai prima per ottenere quello che volete, come Cortez.

Stefano Mastria

Fonte

Nessun commento:

Posta un commento