martedì 8 dicembre 2015

L’ULTIMO STOP LOSS

“Solo gli sciocchi rifiutano di imparare. La saggezza grida nelle strade per essere ascoltata. La saggezza chiama le folle nei mercati, i giudici nei tribunali e tutte le persone dove sono: 


“‘Sempliciotti!’ Grida. ‘Per quanto tempo continuerete a essere sciocchi? Per quanto tempo vi farete beffe della saggezza e combatterete la verità? Venite e ascoltatemi! Vi darò il mio spirito di saggezza e vi renderò saggi. Vi ho chiamato spesso, ma ancora non volete venire. Vi ho pregati invano, e avete disprezzato il mio consiglio e il mio rimprovero. Vi ho detto che un giorno sarete in difficoltà e io riderò! Mi deridete? Vi deriderò! Quando una tempesta di paura vi circonderà, non risponderò al vostro grido di aiuto. Sarà troppo tardi per cercarmi.’” “Avete chiuso i vostri occhi davanti alla verità e non avete deciso di onorare e avere fiducia nella saggezza; mi avete girato le spalle e avete disdegnato i miei consigli. Per questo dovete mangiare il frutto amaro della vostra strada, e sperimentare tutte le paure del sentiero che avete scelto. Poiché vi siete allontanati da me – fino alla morte. Ma tutti coloro che ascoltano me – la saggezza – vivranno in pace e al sicuro, senza paura.’” 

Queste parole pesanti sono una parafrasi del libro dei Proverbi. Puoi leggerle nella versione originale nel primo capitolo di quel libro. Ho deciso di inserirlo qui perché si spera che non accada a nessun trader.

Un amico trader si è suicidato a causa dello sconforto per le perdite subite nel mercato. Questa persona bella e di talento era milionaria. Ha guadagnato una fortuna nel settore immobiliare, comprando, ristrutturando e vendendo molte proprietà. Poi ha iniziato il trading. Sembrava così facile! Quante persone vedono i mercati nello stesso modo?  In un’altra parte del primo capitolo dei Proverbi, è scritto “Quando un uccello vede che viene preparata una trappola, sta lontano, ma non l’uomo sciocco; l’uomo sciocco si mette in trappola da solo! Costruisce una trappola per la propria vita.” 

Questa persona si è intrappolata da sola. I mercati lo hanno ucciso? No, l’ha fatto da solo. Ha gettato via il denaro. In una frenesia quasi maniacale, ha disperatamente cercato di recuperare le sue perdite sempre crescenti. In un intenso stato di panico, faceva daytrading come un indemoniato. Mentre la sua ricchezza diminuiva, e i suoi sogni di facili guadagni uscivano dalla finestra, incolpava tutto e tutti per i suoi problemi. In un incontro che ho avuto con lui, ha dato la colpa al suo computer, ai dati, al suo broker, ai professionisti del mercato. Non era possibile parlare con questa persona – non c’era modo di aiutarla. Non importava quale consiglio gli fosse offerto, rifiutava di ammettere che c’era qualcosa di sbagliato nel suo trading o nel suo atteggiamento.

Era spiacevole incontrarlo. Il suo aspetto desolato e i suoi occhi selvaggi immediatamente mettevano a disagio tutti coloro che lo incontravano. Dov’era il suo ultimo stop loss? Evidentemente, per questa persona, era la tomba. Si è messo in bocca una pistola carica e ha tirato il grilletto. Dov’è il tuo ultimo stop loss? Nello stesso posto? Il trading vale la tua vita? Che cos’è successo alla famiglia di questa persona? Chi si prenderà cura di sua moglie, dei suoi figli e nipoti? Certamente non sarà lui! Ci deve essere un momento e un luogo in cui sei disposto a dire basta. 

Per la maggior parte delle persone quel punto viene prima che il desiderio di salvare la ricchezza travolga il desiderio di salvare la vita. Per anni ho cercato di capire perché delle persone si sono gettate fuori dalla finestra durante il crollo del mercato nel 1929. Spero che nessuno di noi debba mai scoprirlo nella propria vita. 3 Mi stupisce sempre l’atteggiamento di alcune persone che mi contattano. Rabbrividisco quando penso al bisogno frenetico di fare trading che alcuni sembrano avere.

FARE TRADING PRIMA DELLE FESTE  Era proprio prima di un fine settimana di festa di tre giorni. Il mercato sarebbe stato chiuso il venerdì. Mi aspettavo pochissima liquidità il giovedì. Inoltre doveva anche essere pubblicato un importante report del governo. Il venerdì, a mercato chiuso, era previsto un altro report. E’ noto che questi eventi hanno un effetto considerevole sui mercati sensibili ai tassi di interesse. Per rendere la situazione ancora peggiore, nel pomeriggio del lunedì seguente, ci sarebbe stato un discorso importante del direttore della Banca Centrale. Secondo la mia stima, i mercati sarebbero stati troppo poco liquidi e troppo volatili per fare trading il giovedì. Sarebbe stato corretto pensare “non prendo in considerazione neanche un trade oggi. I mercati saranno poco liquidi prima della festa.” Con grande sorpesa, ho iniziato a ricevere telefonate relative a vari trade che alcune persone stavano vedendo. Alcune persone erano costernate perché avevo detto che era totalmente sbagliato fare trading in un momento simile, in vista della festa, dei report e del discorso. Era come se coloro che chiamavano si sentissero offesi dalla mia cautela e attenzione alla loro sicurezza. Questi erano trader o persone che cercavano emozioni? Le persone fanno trading perché ricevono uno stimolo emotivo da questa attività? Evidentemente per alcuni è così! Il trading dà dipendenza ad alcune persone. Perché non iniziare invece a fare paracadutismo, corse automobilistiche, o qualche attività audace come tuffarsi in un’acqua profonda due piedi da una rupe alta cinquanta piedi? Alcuni trader sono così impazienti. Fanno trading compulsivo. Anche peggio, alcuni pensano di dover fare trading tutto il giorno – per tutto il tempo che il trading è aperto. 

4 Prima di fare day trading con denaro vero, hai bisogno di esperienza di trading. La tua disciplina dovrebbe essere preparata molto bene, i tuoi corretti comportamenti di trading dovrebbero essere consolidati. Dovresti avere sviluppato un atteggiamento di pazienza e aspettative ragionevoli. Dovresti imparare a sintonizzarti con il tuo istinto e con le tue capacità intuitive. Anche facendo così, avresti alcune esperienze strazianti. Che cosa mai fa pensare a tante persone che possono sentire parlare di trading da un amico, leggere qualche libro che esamina solo superficialmente la professione del trading, fare un breve seminario o due, e poi diventare istantaneamente trader di successo? Puoi avere bisogno di anni per imparare l’arte del trading, certamente saranno necessari molti mesi. Serve grande resistenza, competenza e disciplina, in particolare per il daytrading. Il tasso di mortalità è estremamente elevato tra i daytrader. Con l’approccio sbagliato puoi avere maggiori probabilità di successo al casinò o alle corse dei cavalli, se vuoi semplicemente giocare d’azzardo. Non si pagano commissioni al casinò. Non ci sono molti libri che devi leggere, e probabilmente non ci sono corsi a cui partecipare. Forse il maggiore vantaggio nei casinò è che i tavoli da gioco sono, in gran parte, gestiti onestamente. Il banco sa che non ha bisogno di barare per avere i tuoi soldi. Il vantaggio del banco è insito nel sistema. Questo non è vero nelle piattaforme di trading delle borse. Gli operatori interni continuamente cercheranno tutti i modi per acquisire un vantaggio su di te. Ti ruberanno i profitti con cattive esecuzioni degli ordini. Approfitteranno dei tuoi trade. Fingeranno di andare al rialzo solo per poi entrare al ribasso, e viceversa. Ti toglieranno il denaro in ogni occasione possibile. Se vuoi semplicemente gettare via il tuo denaro, puoi farlo ai tavoli da gioco e divertirti molto di più. Almeno là ti offriranno da bere e intrattenimento, mentre prenderanno il tuo denaro. I mercati dei future sono tra i peggiori posti possibili in cui essere un giocatore d’azzardo. Le scritture dicono “c’è un tempo per piangere”. 

5 Le scritture dicono anche che c’è un tempo per gioire ed essere felici. Il giorno che ha portato la notizia del suicidio ha portato anche la notizia di tre nuovi trader che stanno guadagnando molto denaro nei mercati. Uno in particolare ha fatto ciò che spero e prego che tutti voi facciate. Ha trovato sé stesso e il suo modo di fare trading. Non utilizza il mio metodo in modo meccanico, ha costruito un modo di fare trading adatto a lui, sulla base di ciò che gli ho insegnato. Ha trovato un metodo in linea con il suo livello di confort e la sua personalità. Ha trovato un modo di fare trading che coerente con il suo temperamento. Mi ha chiamato per dirmi questo. Che cosa ha ricevuto da me? Ha afferrato l’idea che il trading è profondamente connesso con la personalità. Si è reso conto che il trading può funzionare se credi in te stesso e in ciò che stai facendo. Ha cominciato a trattare il trading come un’attività imprenditoriale. Ha sviluppato l’autocontrollo e a quel punto il suo trading ha iniziato a essere redditizio. Si è convinto che doveva trovare un modo profittevole di fare trading. Poi ha studiato e testato il metodo per più di due anni, fino a quando si è convinto che seguendolo avrebbe avuto successo. Ha trovato qualche metodo magico per fare trading? No! Ha trovato il santo graal del trading? Certamente no! Ciò che ha trovato è stato sé stesso. Ha trovato una disciplina che può seguire e un metodo che funziona – per lui. Lui mi riconosce il merito di averlo portato a quella consapevolezza. Io gli ho mostrato la strada, e lui ha percorso il sentiero per il successo. Sono veramente fiero di lui. E’ una persona speciale. Le nostre vite si sono toccate ed entrambi ne abbiamo avuto benefici. La cosa più importante nel trading è la piena sicurezza e convinzione su ciò che stai facendo. Tu devi credere in te stesso. Purtroppo spesso, quando trovi la verità, sei già logorato. Non hai fiducia in te stesso. Hai sentito, letto e assorbito tonnellate di informazioni sbagliate. Devi mettere tutto ciò da parte e andare avanti. 

6 Nel trading tu sei il tuo peggior nemico. Decidi fermamente di acquisire la disciplina di cui hai bisogno per fare trading. Tu puoi farcela. Uno dei miei studenti, molto oltre i settanta anni, ce l’ha fatta. Ha imparato a controllare le sue emozioni e a fare trading con successo. E’ stato come cavargli un dente (se ne ha ancora), ma ora sta facendo trading con solidi risultati positivi. Il suo desiderio di successo era enorme. Sapevo fin dall’inizio che ce l’avrebbe fatta. Come lo sapevo? Perché questa persona era disposta ad ammettere sempre i propri errori nel trading. Era disposto a guardare ogni errore, ammetterlo e affrontarlo. Ciò richiede coraggio, e rendo onore alla sua immensa determinazione e vigore nel risolvere i suoi problemi di trading. Fortunatamente le telefonate che mi parlano di successo sono molto più numerose di quelle che parlano di fallimento. Sono molto grato di ciò. Scrivetemi o telefonatemi per farmi conoscere i vostri successi, in modo che possa comunicarli. C’è un tremendo bisogno di incoraggiamento nel settore del trading. Dopo questo piccolo sermone, ti stai chiedendo se ti insegnerò ancora delle tecniche di trading? Lo farò, per non deluderti. Ma per darti il tempo di riflettere su ciò che ho scritto qui, non lo farò subito. Dovrai aspettare la prossima volta.

Joe Ross




Nessun commento:

Posta un commento