domenica 20 marzo 2016

LA VIA DEL MAGNETE. ATTIRA CIO' CHE VUOI




Ognuno vorrebbe realizzare i suoi desideri, ma noi siamo già dei magneti e attiriamo ciò che si attira da solo.
Per attirare non solo cose negative, bisogna conoscere alcune regole:


1. ATTIRIAMO GLI EVENTI NON CON IL PENSIERO MA CON GLI STATI EMOZIONALI CHE EMANIAMO.

Quando noi emaniamo la gioia (uno stato positivo), le persone la percepiscono inconsciamente come un eccesso d'energia e sono attirate da noi. Quando invece dimostriamo uno stato di bisogno (solitudine, povertà, malattia) dimostriamo agli altri l'intenzione di assorbire la loro energia, e inconsciamente la gente sceglie di allontanarsi per evitare una perdita di energia.

2. GLI EVENTI SI ATTIRANO, IN RISPOSTA ALLA NOSTRA REAZIONE EMOTIVA, MA NON SUBITO. SONO A SCOPPIO RITARDATO!

Il ritardo è di circa 40 giorni. Ci succede ciò che abbiamo seminato in noi (provando un'emozione) 40 giorni fa, per cui spesso non avvertiamo un nesso. Ma è importante ricordare: ciò che è stato seminato darà i suoi frutti.

3. PER ENTRARE IN UNO STATO POSITIVO ED EMANARLO, OCCORRE RIPROGRAMMARE IL PROPRIO PASSATO.

Le esperienze negative degli anni scolastici sono programmate dalle emozioni provate quando eravamo bambini piccoli. E lo stato di un lattante è programmato dalle emozioni dei suoi genitori. La riprogrammazione del passato modifica le connessioni neurali e lo stato ormonale di una persona. Lo scopo di tale riprogrammazione è quello di creare una percezione di vita nella quale un individuo si sente (e lo emana nel mondo) amato, desiderato, forte, significativo. Una costante irradiazione di questo stato è una garanzia dell'attrazione degli eventi positivi.

4. NON CI DEVE ESSERE UNA PAUSA (L'ATTESA) TRA CIO' CHE SENTI E L'ARRIVO DELL'EVENTO.

L'attesa è anch'essa uno stato emozionale, è una sofferenza nascosta. L'attesa significa che in questo momento sei infelice. Si semina la sofferenza che darà i frutti ... tra circa 40 giorni. Perciò si dice che l'attesa del risultato lo uccide.

5. LASCIATE ANDARE LE ATTESE E GODETEVI IL MOMENTO PRESENTE.

E' possibile farlo solo a condizione che una persona non viva in base allo stato "voglio prendere" ma "voglio dare"; chi è pronto a dare, riceverà.

6. CIO' CHE DATE DEVE ESSERE RICHIESTO.

Non è possibile dare ciò che non è richiesto, non si deve forzare nessuno. Chi desidera dare prima chiarisce quali sono le necessità dell'altra persona, e poi l'aiuta a realizzare i suoi obiettivi.

7. MENTRE DATE, NON AVRETE TEMPO PER ATTENDERE E SOFFRIRE.



fonte http://www.markifraimov.ru


Advanced Mind Institute Italia

Nessun commento:

Posta un commento