martedì 1 novembre 2016

ALOHA


“Quando diciamo “Aloha” a qualcuno non lo stiamo semplicemente salutando, quando diciamo “Aloha” a qualcuno stiamo riconoscendo la sua essenza divina e la nostra com-presenza nel respiro divino.

Quando diciamo “Aloha” stiamo dicendo all’altro: “Ti benedico e ti ringrazio perché se tu sei qui è perché Dio ti ha inviato.”

La benedizione di Aloha implica la mia presa di coscienza, la mia presa di responsabilità, che tu sei qui per me.

Questo anche quando accade qualcosa di spiacevole, o che giudichiamo tale.

“Aloha”: ti benedico e ti ringrazio, tu che mi hai portato apparentemente “male”, per avermi dato la possibilità di cambiare. Se tu sei qui, nel bene e nel male, è perché mi porti un messaggio, se questa cosa accade accade perché io sto co-creando questa realtà.

Io sto sempre co-creando la realtà, sia essa una realtà di amore, ricchezza, abbondanza o che una realtà di tristezza, odio e povertà.”

Passi di: Steven Bailey. “Aloha. Tutto dipende da te!”. iBooks.


La via del Transurfer - https://faregruppo.blogspot.it

Nessun commento:

Posta un commento