giovedì 24 novembre 2016

DEDICATO A CHI E' DEPRESSO

...Stai girando in tondo, passi e ripassi... e non ti accorgi di cadere in una piccola buca. Prima è piccola, poi diventa più grande, con ogni tuo passo. Ancora diversi giri fa potevi uscirne da solo, dovevi solo fare un passo di lato, e continuare sulla strada... ma no, tu scegli la buca.
Osserva: sei tu che l'hai scelta, non lei che ha scelto te; non ci sarebbe stata se tu non girassi in tondo.
Non te ne accorgi, ma sei dentro già fino alla vita. La gente inizia a interessarsi: come mai sei lì, se è da tanto che sei lì. Qualcuno offre l'aiuto. E tu stai di nuovo di fronte una scelta: se tornare in superficie, ovvero fare uno sforzo, iniziare a fare qualcosa, o non cambiare nulla nei pensieri, nelle parole, nelle emozioni... Continuare a immergerti.
In una buca
In una grande enorme buca.


Qualunque fosse la tua decisione, gli aiutanti ci saranno: ti daranno una mano o inizieranno a compatirti, accelerando la tua immersione.
Ed ecco, guardando intorno, tu vedi ormai solo il muro. La buca è così grande che ormai ci sei dentro tutto. Ora di sicuro hai bisogno degli aiutanti. Ma chi chiami? Colui che calerà giù una scala o colui che, con dei consigli e discorsi, la farà diventare un pozzo?

Solo tu sai che tipo di collaborazione ti serve.
Decidi dove muoverti: in su o in giù.
Non sei "nella buca".
Tu "hai" una buca.
Ce l'hai.
E ora è solo tua.
E' nel tuo potere.

Sei tu il suo padrone, come sei il padrone dei tuoi pensieri, emozioni, azioni.
Puoi cambiare il vettore del tuo movimento.
Hai sempre una chance di uscire dalla buca.
La scelta è tua.

Che cosa fare, mi chiederai?
- per iniziare, non dire "sono depresso", dì "ho una depressione" (come per dire "Ho l'influenza).
- la depressione è una buca la cui profondità dipende solo da te.
- la stai scavando fissandoti sulla situazione, autocommiserandoti, facendoti venire dei sensi di colpa, piangendo e soffrendo.
- l'acol, fumo ed altro che credi ti aiutino per rilassarti, sono, in realtà, delle potenti scavatrici che scavano con una velocità supersonica.
- Puoi uscirne con la tua consapevolezza, prendendoti la responsabilità per la vita e per la tua scelte.
- Se la buca è orma molto profonda, è meglio uscirne con l'aiuto di chi se ne intende, con uno specialista. Se ti fa male un dente, ne parli con gli amici o vai dal dentista? Ecco.

- A volte, per trovare l'uscita, guarda solamente in su.

(Irina Rizhkova)

Advanced Mind Institute Italia FB


La via del Transurfer - 
https://faregruppo.blogspot.it

Nessun commento:

Posta un commento