venerdì 2 dicembre 2016

SCENA SUL CORAGGIO

Arlo è il figlio più piccolo e maldestro di una famiglia di dinosauri molto evoluti e, come caratteristica peculiare, HA PAURA. Paura delle galline, paura degli insetti, paura del buio e soprattutto ha paura di tutto ciò che non conosce e di cui non si sente all’altezza.

Poi, una notte, succede qualcosa – ” a volte devi superare le tue paure per riuscire a vedere la bellezza che ti circonda” – gli sussurra suo padre e uno spettacolo meraviglioso si apre ai loro occhi.

Tante, troppe volte, siamo letteralmente terrorizzati dall’idea di uscire dalla nostra zona di confort. Non osiamo cercare una nuova occupazione anche quando il lavoro che svolgiamo non ci gratifica, non chiudiamo relazioni che ci fanno soffrire perché pensiamo di non meritare di meglio, non sperimentiamo nulla di diverso semplicemente “perché abbiamo sempre fatto così”. Il noto e il conosciuto, anche quando è grigio, ci rassicura e ci permette di tenere sotto controllo la paura.

Eppure chissà quante volte proprio l’insetto che ci spaventa di più potrebbe diventare una lucciola, così come il nostro piccolo dinosauro ci insegna. Attraversando ed esplorando le paure si conoscono i propri limiti, si mobilitano risorse inaspettate, affiorano le nostre vere potenzialità e soprattutto si raggiungono obiettivi e traguardi mai nemmeno immaginati.

Ambrose Redmoon recita che “il coraggio non è l’assenza di paura ma piuttosto il giudizio che c’è qualcos’altro di più importante della paura” …ecco io penso che sia davvero importante tutto quello che possiamo diventare, tutti gli scenari e gli spettacoli di cui possiamo godere e tutte le emozioni di cui possiamo arricchirci.

Pensando a te, in questo momento della tua vita, forse ti spaventa qualcosa, e se fosse come la lucciola per Arlo? Ignoto, insidioso, ma incredibilmente bello una volta accettata la sfida ?

Buon viaggio signori!

Nessun commento:

Posta un commento