martedì 12 dicembre 2017

SII IL MIGLIORE AMICO DI TE STESSO

Quando si diventa il migliore amico di se stessi, tutto diventa più facile.

La vita non è sempre e soltanto arcobaleni e farfalle, lo sappiamo bene. Può essere molto difficile a volte.

E nei momenti più duri, spesso l'unica persona su cui puoi fare realmente affidamento sei tu stesso. In queste circostanze hai bisogno di esprimere il meglio che è in te e per riuscirci devi essere in grado di trovarti in equilibrio, in perfetta sintonia con il tuo io, con i tuoi valori e con i tuoi obiettivi.

Prometti a te stesso di non arrenderti di fronte agli ostacoli, di combattere, di ridere più forte e più a lungo e di affrontare a viso aperto le avversità che si presenteranno lungo il tuo percorso.

Fai queste promesse a te stesso, e mantienile sempre.



1. "Prometto di non utilizzare il passato contro me stesso."


I tuoi problemi, le tue debolezze, le tue battute d'arresto, i rimpianti e gli errori possono essere i tuoi migliori insegnanti, se sei disposto ad imparare. Non temerli, lascia che ti illuminino la via con le lezioni che ti impartiscono, ogni giorno. Prendi tutto come un'occasione di apprendimento. Se sei pentito di alcune delle decisioni che hai preso in passato, non essere duro con te stesso. A quel tempo hai fatto del tuo meglio prendendo la decisione che ritenevi più appropriata sulla base delle conoscenze che avevi. Se oggi forse faresti una scelta diversa e' perché nel frattempo sei cambiato tu, le tue conoscenze e il mondo che ti circonda. Il tempo e l'esperienza sono un modo meraviglioso di aiutarci a crescere e imparare a fare scelte migliori per noi stessi e per coloro a cui vogliamo bene.

2. "Prometto di assumermi la piena responsabilità della mia vita."

Forse dalle persone che gravitano intorno a te sei abituato a sentire che se le cose non vanno per il meglio la colpa e' dei genitori, degli insegnanti, del governo, della società e cosi' via, ma la colpa non e' mai di noi stessi, vero? Le cose a mio avviso non stanno propriamente in questo modo. Sei non sei soddisfatto della piega che ha preso la tua esistenza, la responsabilità è soltanto tua. Perché se davvero vuoi cambiare, se davvero vuoi realizzare qualcosa di diverso, tu sei l'unica persona che può farlo accadere. La mossa da compiere e' nelle tue mani, e' una responsabilita' tua e di nessun altro.


3. "Prometto di parlare a me stesso in modo gentile e incoraggiante."

Aspetta un momento: che cosa hai appena detto a te stesso? Si trattava di parole di incoraggiamento, come faresti con un amico? Oppure si trattava di osservazioni sprezzanti o giudizi taglienti che non riserveresti neppure al tuo peggior nemico? Ogni giorno ciascuno di noi in modo estremamente silenzioso parla con se stesso. E una parte di noi crede ciecamente a ogni singola parola di ciò che ci diciamo. Quindi presta attenzione e domandati sempre: "Se avessi un amico che mi parlasse sempre nello stesso modo in cui io parlo a me stesso in questo momento, per quanto tempo ancora permetterei a questa persona di essere mio amico?"


4. "Prometto di ascoltare ciò che il mio cuore e il mio istinto mi comunicano."

Quando qualcosa ti sembra giusto, con tutta probabilità cio' significa che si tratta di qualcosa di giusto per te. E se nel profondo senti che qualcosa non va, probabilmente si tratta di qualcosa che non va bene per te. Presta attenzione ai tuoi sentimenti più autentici, e segui dove ti conducono. Quando segui la tua voce interiore, anche quelli che prima semravano dei muri diventano delle porte pronte ad aprirsi.

5. "Prometto di vivere la vita che sento essere giusta per me, non la vita che sembra essere giusta per gli altri."

Concediti il permesso di seguire il percorso che ti rende felice. E renditi conto che alcune persone nella tua vita si dissoceranno da alcune tue scelte; semplicemente non approveranno, ma anche questo è OK. A volte, quando ti impegni a creare la tua felicità, finisci per scontrarti con le percezioni degli altri. A volte, quando si guadagna qualcosa di grande, si deve lasciare andare qualcos'altro . E a volte questo 'qualcosa' è un rapporto che vuole solo che tu faccia quello che vogliono gli altri, non cio che tu desideri.

6. "Prometto di non alimentare i rapporti che compromettono il mio benessere."

La maggior parte delle persone entra nella tua vita anche solo per un breve periodo di tempo semplicemente per insegnarti qualcosa. Vengono e vanno e fanno la differenza. E va bene che non siano più nella tua vita. Non tutte le relazioni sono durature, ma le lezioni che puoi trarre da queste relazioni potrai portarle con te per tutta la vita. Se si impara ad aprire il cuore e la mente, chiunque, comprese le persone che alla fine non saranno più nella tua vita, ti può insegnare qualcosa di utile.

7. "Prometto di non consentire a nessuna situazione di togliermi in modo permanente il mio sorriso."

Anche quando i tempi sono duri, prendi un momento di pausa e ricorda chi sei. Prenditi un momento per riflettere sulle cose che hanno un significato reale e duraturo nella tua vita. Focalizzati su ciò che rende la tua vita più piacevole e ricca di significato, su ciò che hai conquistato e difeso con i denti. Nulla in questo mondo è più bello e potente di un sorriso che ha lottato tra le lacrime. Chiunque può essere felice quando i tempi sono facili. Ci vuole una forte consapevolezza e una salda armonia interiore per sorridere in situazioni in cui ci sarebbe da piangere. Non importa quanto tempo ci vuole, andrà meglio. Vai avanti. Le situazioni difficili alla fine ti renderanno più forte.


8. "Prometto di apprezzare e celebrare la mia vita."

Troppe persone sopravvalutano quello che non sono e sottovalutano quello che sono. Non essere uno di loro. Prendi una boccata d'aria fresca. Il passato è dietro di te. Concentrati su ciò che puoi fare oggi, non su ciò che avresti potuto o dovuto fare ieri. Ricorda, per tutto quello che hai perso, hai guadagnato qualcos'altro. Apprezza quello che hai e chi sei oggi. La vita non deve essere perfetta per essere meravigliosa. Conta le tue benedizioni, non i tuoi problemi. Non costa nulla essere positivi, e cambia le cose per il meglio. I tuoi pensieri sono sotto il tuo controllo, quindi fanne buon uso per dare alle tue azioni e alla tua vita un potente vantaggio.


9. "Prometto di usare le mie capacità per fare la differenza."

Il modo più comune con cui le persone danno via il loro potere è pensare che non ne abbiano alcuno. Non fare questo. Il mondo ha bisogno di te. In un mondo pieno di dubbi, è necessario il coraggio di sognare. In un mondo pieno di rabbia, è necessario il coraggio di perdonare. In un mondo pieno di odio, è necessario il coraggio di amare. In un mondo pieno di sfiducia, è necessario il coraggio di credere. E una volta che lo farai, ti accorgerai di avere quel potere che una volta pensavi ti mancasse.

10. "Prometto di dedicarmi alla mia crescita personale."

Tutto ciò che vale la pena fare, vale la pena farlo bene. E l'eccellenza non è mai un caso. E' il risultato di alta focalizzazione, sforzo concentrato, direzione intelligente, esecuzione abile, e la visione di vedere gli ostacoli come opportunità. E' anche importante notare che l'eccellenza non può essere giudicata in termini assoluti, sulla base dei traguardi raggiunti o mancati, ma va valutata misurando la distanza percorsa dal punto in cui hai iniziato. Tutto sta nell'essere diligente e fare progressi - si tratti di un passo avanti o di una lezione imparata, giorno dopo giorno.

11. "Prometto di abbracciare i cambiamenti che so essere per me necessari."

La vita è un gioco di equilibrio tra lo stare fermi e il lasciarsi andare - tra il rimanere fermo e l'andare avanti. Ci sforziamo di fare le scelte giuste, ma come facciamo a sapere quando è veramente il momento di dare una direzione diversa alle nostre vite? I segni non sono sempre facili da decifrare, ma ci sono e tu lo sai. Le relazioni, il lavoro, e anche le città in cui viviamo hanno una data di scadenza. A volte ci aggrappiamo a ciò che non funziona per paura che non saremo in grado di adattarci ai cambiamenti necessari. E così il risultato è sempre lo stesso: più dolore, frustrazione e rimpianti costanti. Cerca di essere più intelligente di tutto ciò. Abbraccia i cambiamenti che sai di aver bisogno di fare.

http://www.vivizen.com/2014/10/11-promesse-che-devi-fare-te-stesso.html
http://oshoite.blogspot.it
http://divinetools-raja.blogspot.it/ La Via del Ritorno... a Casa
La via del Transurfer - https://faregruppo.blogspot.it

lunedì 11 dicembre 2017

La preghiera della prosperità “Will Bowen

Queste parole che ho letto erano veramente potenti ed ipnotiche. Sta di fatto che ho deciso di tradurle e farle leggere anche a te adesso. Buona lettura!

Io sono la fonte di tutto il mio benessere.

Io sono ricco e ho idee creative in abbondanza.

La mia mente prospera con pensieri sempre nuovi e originali, ciò che offro è unico e il mondo lo desidera, io lo riconosco e adempio.

La grandezza della mia mente è senza ostacoli e limiti.
Niente può arrestare la mia capacità creativa.

Il traboccante potere dell’energia vitale di Dio sorpassa ogni ostacolo e riversa nel mondo benedizioni, prosperità per tutti, e ogni altra gioia attraverso di me.

Io irradio benedizioni, irradio creatività, io irradio prosperità, io irradio il servizio dell’amore, io irradio gioia, bellezza,pace, saggezza e potere.

L’umanità mi cerca e mi ricompensa per questo.

Io sono amato dal mondo, sono voluto ovunque vado, sono apprezzato.
Cosa ho da offrire è enormemente desiderato, perchè cosa ho da offrire porta un grande compenso.

Attraverso la mia visione il mondo è benedetto.

Attraverso il mio pensiero lucido e i miei propositi risoluti, nuove esperienza di meraviglia prendono espressione nella mia vita.

La mia visione è come quella dei uomini immortali.

La mia fede è granitica, il mio potere di realizzazione è sempre con me, perchè io sono la suprema fonte divina di benessere, potere e produttività.

Qui e ora, dichiaro la mia libertà finanziaria.
Qui, Ora e Per Sempre.

Ps. WIll Bowen autore di Io non mi lamento suggeriva di leggere queste parole a voce alta ogni giorno, per 30 giorni, se vuoi aprire la tua mente inconscia a questa nuova meravigliosa realtà.

CONDIVISO DA http://tuseiluce.altervista.org/blog/la-preghiera-della-prosperita/


La via del Transurfer - https://faregruppo.blogspot.it

Mente quantica: attivarla in 3 mosse

Mente quantica. Non appena si ode questo nome ci si chiede: cosa significa? Cosa si vuole dire con il termine Mente quantica?

Con il termine Mente quantica, si intende descrivere una funzionalità elettrochimico magnetica differente e superiore ai normali processi biochimici presenti nelle attività neurali del cervello ma interconnessa ad essi.

WOOWW! Che parolone.

Ma in breve che significa Mente quantica?

Proverò a spiegarlo il più semplicemente possibile. In primo luogo deve essere precisato che esistono due meccanismi o sistemi di trasmissione grazie ai quali le cellule del sistema nervoso (neuroni) ed il corpo comunicano a vicenda.

Il primo è un sistema caratterizzato da elementi e funzionalità elettromagnetica che si esprime attraverso il sistema del tessuto connettivo presente in tutto il corpo e nel cervello. Questo sistema del tessuto connettivo si estende nel citoplasma dei nuclei delle cellule dei tessuti. Attraverso questo sistema i segnali nervosi sono estesi al corpo. Questo sistema produce un effetto diretto sulle cellule nonchè sul loro DNA.

Il secondo, è un sistema elettrochimico. Questo sistema coinvolge il movimento degli ioni attraverso le membrane delle cellule (definito come un potenziale di azione), la diffusione di elementi chimici denominati neurotrasmettitori fra i neuroni e le cellule dei muscoli. Questo sistema elettrochimico si interessa, coordinandola, anche alla diffusione dei cosiddetti neuroormoni alle cellule nervose,(i famosi neuroni), al sangue.

Il sangue trasporta questi ormoni ad altri neuroni i quali interagiscono con i ricevitori sulle membrane delle cellule. Questi ricevitori delle membrane cellulari, possono essere paragonati, benchè siano molecole proteiche, a delle antenne in quanto sporgono dalle membrane stesse. Qui viene il bello! Quando i neuroormoni si legano con i ricevitori proteici delle membrane cellulari inducono l’attivazione di cambiamenti nelle cellule. Tali cambiamenti avvengono sulla modulazione della sintesi proteica del loro DNA e quindi, di conseguenza, anche sul comportamento emesso.

Ma cosa significa questo?

Significa che la mente quantica agisce e si esprime oltre i due sistemi integrandoli entrambi! Per meglio comprenderci: un segnale elettrochimico può espandere la sua influenza per circa uno o due centimetri, mentre un segnale elettromagnetico può arrivare anche a qualche migliaio di Kilometri dalla sua origine. Entrambi agiscono sulle membrane cellulari e sul DNA. A fronte di quanto precede, si comprende come, se utilizzati i due sistemi nel modo giusto, sia possibile entrare nella legge quantistica di creazione della realtà.

Come attivare la mente quantica in 3 mosse.


riconoscere i propri pensieri domandandonsi: è esattamente ciò che voglio? Mi è utile? Se sì, a cosa? Cosa diventerò dopo che avrò ottenuto la manifestazione nella materia di questo pensiero/desiderio?
stabilire concretamente la qualità e la quantità. Dare una qualità emozionale al pensiero/desiderio portandolo nella sfera del vero interesse. Nella quantità sapere consapevolmente quanto questo stesso pensiero/desiderio influirà sulla tua vita. Quanto sei disposto a mettere in gioco, accettando l’imprevedibile (siamo nell’ambito delle possibilità infinite), nel voler la realizzazione del pensiero/desiderio divenuto interesse?
immaginare, provare, vedere, sentire, già tutto realizzato. Ogni parte del corpo ha la necessità di entrare in relazione con il pensiero/desiderio e impregnarsi di esso. In questo modo tutto il sistema reticolare e connettivo viene coinvolto nel processo. Più è forte il vivere il fatto compiuto, più sarà grande la forza elettromagnetica emessa e trasmessa nel mondo quantico.

Queste 3 mosse attivano i network neurali. Il sistema elettrochimico reagisce. Inizia una produzione di neuropeptidi e neuroormoni. I recettori molecolari si sintonizzano sulla vibrazione sensoriale determinata dal pensiero codificata dai neuroormoni e trasportata dal sangue. Il pensiero viene lanciato nell’universo quantico. Ciò è che stato prima un pensiero/desiderio si manifesta nella realtà.

Ho scritto questo articolo per due ragioni:
per i preoccupati. Abbandonare l’idea che se si ha un pensiero negativo questi si presenterà nella materia. Tutto dipende dalla intensità, dalla continuità e dalla immaginazione. Sono questi tre fattori a determinare la realizzazione nella materia dei pensieri provenienti dal mondo quantistico. Quindi: relax.
per coloro che voglio tutto, subito e oltre. La mossa numero uno precisa le intenzioni reali dietro l’utilizzo consapevole della mente quantica. Se non sei in grado di gestire le conseguenze di ciò che chiedi, è inutile chiederlo. Eviterai un mare di dispiaceri. Quando si chiede o si fa un utilizzo consapevole della mente quantica, è necessario ricordarsi, in ogni momento che, proprio perchè non esiste separazione, ogni tuo pensiero/desiderio manifestato nella materia influenza, inevitabilmente, anche l’intera umanità; partendo dalle persone a te più vicine. Ricordatelo sempre quando fai le tue richieste.

Ti auguro una buona e consapevole attivazione quantica.

Ciao

Sergio Audasso

https://www.piuchepuoi.it/generale/mente-quantica-attivarla-in-3-mosse/

La via del Transurfer - https://faregruppo.blogspot.it

venerdì 8 dicembre 2017

FELICITÀ E INFELICITÀ

“Dovete imparare a essere felici e dovete imparare a rispettare le persone felici e a prestare più attenzione alle persone felici, ricordatelo! Questo significa rendere un grande servizio all’umanità. Non dimostrare troppa simpatia alle persone infelici; se qualcuno è infelice, aiutalo, ma non simpatizzare con lui. Non dargli l’impressione che l’infelicità sia qualcosa di meritorio.”  OSHO




La via del Transurfer - https://faregruppo.blogspot.it

L'ACQUA E' FREDDA

"Una persona ipnotizzata può essere convinta che l'acqua fredda sia bollente, e avrà una scottatura. Allo stesso modo, sotto l'ipnosi, una persona può credere che l'acqua bollente sia fredda, e non avrà nessun danno.
Come diceva ai passanti un monaco tibetano seduto un in pentolone con l'acqua bollente: "Voi vi siete convinti che l'acqua bollente vi possa scottare, io mi sono convinto del contrario".
Dal punto di vista della scienza, questo è impossibile, e il monaco sarebbe già cotto. Eppure proprio la coscienza governa il mondo e può cambiare le proprietà fisiche degli oggetti materiali."

Fb la verita' vi rende iberi
Serghey Lazarev "L'uomo del futuro"
La via del Transurfer - https://faregruppo.blogspot.it

mercoledì 6 dicembre 2017

I MIGLIORI ANNI ...

Penso che ogni giorno sia come una pesca miracolosa E che è bello pescare sospesi su di una soffice nuvola rosa Io come un gentiluomo E tu come una sposa Mentre fuori dalla finestra Si alza in volo soltanto la polvere C'è aria di tempesta Sarà che noi due siamo di un altro lontanissimo pianeta Ma il mondo da qui sembra soltanto una botola segreta Tutti vogliono tutto per poi accorgersi che è niente Noi non faremo come l'altra gente Questi sono e resteranno per sempre... I migliori anni della nostra vita I migliori anni della nostra vita Stringimi forte che nessuna notte è infinita I migliori anni della nostra vita Penso che è stupendo restare al buio abbracciati e muti Come pugili dopo un incontro Come gli ultimi sopravvissuti Forse un giorno scopriremo Che non ci siamo mai perduti E che tutta questa tristezza in realtà non è mai esistita I migliori anni della nostra vita I migliori anni della nostra vita Stringimi forte che nessuna notte è infinita I migliori anni della nostra vita Stringimi forte che nessuna notte è infinita I migliori anni della nostra vita


La via del Transurfer - https://faregruppo.blogspot.it

martedì 5 dicembre 2017

LA TECNICA DELLO "SCHELETRO DORMIENTE"

Questo brano da me tradotto è stato preso da un romanzo che racconta il viaggio iniziatico di una persona alla ricerca delle antiche conoscenza custodite da una sorta di sciamani bianchi nel cuore della taiga siberiana. E' però, non solo prosa... da leggere molto bene.

"- ...Le antiche civiltà avevano la tecnologia dell'auto programmazione, amico mio. Devi sapere che le dense strutture materiali sono all'ultimo posto. Sopra di loro c'è l'energia, e sopra l'energia, l'informazione. Quindi, non è la genetica che genera la coscienza... E' una legge dell'Universo. Occorre non solo conoscerla, ma imparare ad usarla.
Devi imparare a rilassare completamente il tuo corpo, diventando tranquillo e rilassato come questo bosco coperto di neve. La tua coscienza però, deve funzionare. Vai a metterti nel tuo letto, chiudi gli occhi e stacca mentalmente dalle ossa tutti i muscoli. Immagina che sopra la coperta giace il tuo scheletro dormiente."
- "E come faccio con gli organi: fegato, intestino, cuore ecc?"
- "Hai mai visto degli scheletri con il fegato, intestino, cuore ecc?"
- "Devo dire di no."
- "Allora qual'è il problema? la tecnica dello scheletro dormiente è una delle migliori per rilassarsi profondamente. Se vuoi "staccare" completamente il tuo corpo, immagina che anche il tuo scheletro si sia diviso in molecole o atomi. Ma questo non serve. Basta liberarsi dalla tensione interiore e non dormire. Vai."

Mi sono messo nel letto e ho immaginato che tutti i miei muscoli siano diventati liquidi e sono colati giù dalle ossa. Mi vedevo come uno scheletro. Questo stato è durato per alcuni secondi, poi ho iniziato a sprofondare...
- "Non dormire! Devi rimanere tra il sonno e la veglia... vedo che ci sei riuscito. Ora pensa al numero sette. Hai visualizzato la sette? Molto bene. Ascoltami e fai quello che ti dico. Ora devi vedere davanti a te una pallina dorata, di circa due centimetri di diametro. Non è difficile. Visualizza che questa pallina vola via, vola sopra la taiga verso la parte da dove sei venuto. Vedi i ruderi dove ti aveva dato la caccia quell'essere dell'altro mondo...? Fermati qui e visualizza il numero sei. La tua coscienza sotto forma di una pallina dorata ha fatto tutto questo viaggio, da sette a sei.
Ora fermati sul monte dove hai regalato la tua ascia a quegli uomini della taiga. Cambia il numero sei, ora è cinque. Io controllo il tuo viaggio. Ecco, il quattro, ora il tre. Poi due e uno. Ci serve lo zero. lo ZERO è il cuore del tuo subconscio. Apri gli occhi."

Ho aperto gli occhi e gli ho chiesto:
- "E adesso?"
- "La tua coscienza è ora al centro del subconscio. Ora puoi pronunciare qualsiasi formula verbale che sarà facilmente percepita dal tuo subconscio. Decidi tu cosa dire, ti conosci bene. Per tornare indietro dalla profondità del subconscio, devi seguire la stessa strada, da rilassato o anche no. E ricordati: il subconscio non percepisce né l'umorismo né la particella "non".
- "Lo so."
- "Perfetto."
- "Che frasi devo dire?"
- "Laconiche, chiare, e niente "io voglio" o "ho bisogno". Tutto al presente, per es., "Sono coraggioso", "Sono perfettamente sano." "Ricordati che il subconscio ha molta inerzia e lo devi muovere e muovere. Dovrai entrarci molte volte, non una o due. Ma quando ti verrà incontro, avrai tutto ciò che sogni."
"Devi sapere una cosa: l'entrata nel subconscio finisce sempre con un'uscita; è molto importante, amico mio. L'entrata nel subconscio smonta la difesa dall'informazione estranea e nociva che può arrivare da qualsiasi parte, e tutto ciò potrebbe restare nelle profondità della tua psiche. Per cui, devi fare così: sei entrato, hai fatto il lavoro e ora esci. Non ti devi fermare dentro il subconscio."

Fonte Olga Samarina
LA RUSSIA ESOTERICA E SCIENTIFICA

La via del Transurfer - https://faregruppo.blogspot.it