martedì 17 luglio 2018

Come cambiare la tua vita con la visualizzazione creativa

In questo articolo ti spiegherò come cambiare la tua vita attraverso la visualizzazione creativa. Inoltre ti mostrerò i principali punti da seguire per utilizzare questa tecnica. In questo modo potrai visualizzare un progetto di vita, un lavoro ideale o un obiettivo da raggiungere.







CAMBIARE LA PROPRIA VITA
Vivere una vita che non ci appartiene, è un delitto verso noi stessi. La vita è solo una e non dovremmo mai sprecarla, è un’ occasione che c’ è stata data e bisogna viverla a pieno.

Quando non siamo felici o percepiamo che ci sia qualcosa che non va, dobbiamo fermarci e riflettere. Bisogna capire dove stiamo sbagliando.

Cambiare la propria vita è sempre possibile, non pensare mai che sia troppo tardi o che sia difficile. Devi solo ascoltarti e visualizzare cosa vorresti fare nella vita.

LA VISUALIZZAZIONE CREATIVA
Si può immaginare una progetto di vita attraverso una particolare tecnica

Questa tecnica si chiama visualizzazione creativa, non so se qualche volta hai avuto modo di leggere qualcosa sull’ argomento.

In breve devi provare a visualizzare in prima persona qualcosa che desideri o che vorresti raggiungere. Presta attenzione, la differenza rispetto ai sogni ad occhi aperti che fai ogni giorno è sostanziale. Quando fantastichi lo fai da spettatore, nella visualizzazione creativa partecipi in prima persona.

Devi sapere che tutte le invenzioni, progetti, creazioni sono nate da un pensiero creativo. Un’idea ben visualizzata può diventare materia.

COME VISUALIZZARE UN PROGETTO DI VITA
Un progetto di vita deve appartenerti e rappresentarti. Dunque è importante visualizzarlo nel modo giusto attraverso 5 punti:
deve essere il migliore possibile: è fondamentale realizzare un progetto attraverso il tuo impegno;
deve avere basi solide, immagina di costruire una fortezza: se non crei delle fondamenta resistenti, anche il più bel castello crollerà sotto l’attacco dei nemici;
deve essere ben articolato e con una struttura ben definita: va bene seguire l’istinto, ma serve una linea guida su come cambiare la propria vita;
devi prefissarti un 0biettivo da raggiungere: pensa a cosa vuoi aspirare;
devi sapere a chi rivolgerti: immagina il tuo settore e il tuo pubblico di riferimento.

Questo blog è nato dopo aver seguito questi punti, ogni progetto deve essere visualizzato come se fosse già reale.

Se tu pensi che il tuo progetto sia fatto bene e possa avere successo, stai certo che prima o poi arriverai vincitore al traguardo.

Ovviamente serve del tempo, devi essere paziente e costante. Servono solo tre parole magiche: ci devi credere!

PROFEZIA CHE SI AUTOVVERA
In sociologia e psicologia si parla della profezia che si autoavvera , ovvero ciò che viene predetto si avvera. In altre parole nel momento in cui pensiamo ad un evento futuro, il nostro pensiero ci influenzerà e lo farà avverare.

Passo ad un esempio pratico:

Se affronti un colloquio con un approccio pessimista, ti porrai in modo poco convincente; se avrai un pensiero ottimista avverrà il contrario.

In altre parole non hai limiti, il tuo limite può essere soltanto la tua paura di fallire.

Adesso ti chiederai: come si supera la paura di fallire?

Facendo cose folli, immaginati come un supereroe che fa qualcosa di fantastico. Il pensare di seguire un sogno o un progetto ambizioso ti farà sentire speciale.

La vita può diventare il nostro sogno lucido, siamo noi a costruirlo giorno dopo giorno. Metti mattone dopo mattone e costruirai un monumento!

Per utilizzare la visualizzazione creativa, devi concentrarti su 3 aspetti:
Utilizza tutti i sensi
Visualizza ogni singolo dettaglio
Fai esercizi di visualizzazione ogni giorno
UTILIZZA TUTTI I SENSI

Quando visualizzi la vita che vorresti, il tuo lavoro ideale o un progetto da ottenere, lasciati trasportare a livello emotivo attraverlo la percezione di tutti i sensi.
LA VISTA
Prova ad osservare per esempio il luogo che ti circonda, anche singoli oggetti, nulla è superfluo.

L’ UDITO
Ascolta i suoni, la voce dei colleghi di lavoro, il rumore della stampante, il suono del telefono.

IL TATTO
Tocca la scrivania, la poltrona dove sei seduto, l’erba se per esempio il tuo lavoro è all’aria aperta.

L’OLFATTO
Lasciati andare al punto da sentire tutti gli odori che ti circondano come il profumo di un mobile nuovo, di una piatto particolare.

IL GUSTO
Prova a sentire il sapore del caffè preso durante il lavoro, il cibo che gusti durante la pausa pranzo.

VISUALIZZA OGNI DETTAGLIO
Prova a visualizzare qualsiasi cosa ti venga in mente, riguardante il tuo obiettivo. Non avere timore, visualizza anche le cose che per te possono sembrare stupide.

Tutto questo è importante, se non hai ancora capito cosa vuoi fare nella vita. I dettagli possono aiutarti a chiarirti le idee, possono essere decisivi.

Visualizza tutte quelle cose che ti creano benessere e vorresti fare con piacere. Devi mettere da parte i limiti e le paure. Mi spiego meglio non pensare che quel tipo di lavoro sia impossibile da raggiungere.

Come ti ho detto prima, non hai limiti, semmai te li crei tu.

Ricordati sempre questa frase tratta dalla canzone Storie per sopravvivere dei Timoria: “La vita prima o poi diventa ciò che vuoi”.

FAI ESERCIZI DI VISUALIZZAZIONE OGNI GIORNO
La costanza come in ogni cosa è fondamentale. Dedica almeno 30 minuti al giorno alla visualizzazione creativa.

Ciò ti aiuterà a capire meglio cosa vuoi veramente. Inoltre visualizzare il tuo modo di vivere cambierà il tuo approccio alla vita, in altre parole senza accorgertene andrai incontro a ciò che hai visualizzato.

Ovviamente oltre alla visualizzazione devi acquisire gli strumenti e le conoscenze per realizzare il tuo progetto.

Se devi superare un esame, è importante che tu studi bene la materia, devi fare altrettanto per l’ obiettivo che intendi raggiungere.

In altre parole il giusto approccio e l’ impegno ti aiuteranno a creare la tua strada.

L’uomo ha delle risorse uniche:

-la capacità creativa permette di progettare grandi cose

-la perseveranza e l’ impegno permettono di realizzarle.


https://salvodellaira.com/come-cambiare-la-propria-vita/




La via del Transurfer - https://faregruppo.blogspot.it

lunedì 16 luglio 2018

La guarigione della mente

il programma “La guarigione della mente” è una meditazione che dispone di molti strumenti d’azione neuroacustica.
Il suo principale obiettivo è la rimozione dell’ansia e dell’angoscia, l’armonizzazione dello stato mentale.
Aiuterà a liberarsi dalle idee fisse, dalle preoccupazioni e dalla negatività, dalle fobie, dalle paure, dagli stati isterici: da tutto ciò che agisce negativamente sulla psiche.
Questo programma può essere usato per avere un’impronta positiva prima di un evento: per esempio, un intervento pubblico, un incontro importante. Sarà utile per eliminare le conseguenze dei traumi psicologici, delle perdite, delle separazioni.
Vi aiuterà a ritornare in uno stato psicologico normale dopo aver avuto un conflitto con altre persone.

Questo programma sarà utile per acquisire la serenità e la sicurezza.

E’ basato sulla moderna tecnologia del trattamento del suono: la tecnologia dello spostamento spazio-acustico, che vi introdurrà velocemente in un piacevole stato theta. Già dopo 5-8 minuti vi sentirete più rilassati nel corpo e sereni nella mente. Alla fine dell’ascolto potrete trovare la pace e liberarvi dei pensieri che vi angosciano.

Il programma può essere adoperato sia per meditare tutti i giorni sia nella pratica di theta-healing, essendo basato sulle frequenze tradizionalmente usate in theta-healing.

il programma “La guarigione della mente


La via del Transurfer - https://faregruppo.blogspot.it

domenica 15 luglio 2018

Ecco quindi 5 brevi e semplici suggerimenti per riuscire a rendere redditizio il tuo tempo

Ecco quindi 5 brevi e semplici suggerimenti
per riuscire a rendere redditizio il tuo tempo migliore:

1. Fai un piano preciso delle priorità che vuoi gestire
in quel lasso di tempo.
Soprattutto quando qualcosa ti distrae, chieditii: qual è la cosa
che devo assolutamente fare oggi per ottenere i risultati che voglio?
Questo ti aiuterà a focalizzarti sulle tue priorità, e non su quelle altrui.

2. Stabilisci in anticipo il momento della giornata
a cui dedicarti a queste priorità.
Definire un blocco di tempo (es. la mattina dalle 11.00
alle 13.00) per occuparti delle tue priorità ti aiuterà ad evitare
ogni possibile interruzione e calo di concentrazione.

3. Usa a tuo vantaggio il potere delle scadenze ravvicinate
Secondo il principio di Parkinson, quando pensi di avere poco tempo
per un certo lavoro, te ne occuperai con maggiore efficacia e più velocemente,
motivato dal rischio di non riuscire a completarlo.

4. Non sprecare tempo preoccupandoti di ciò che non hai fatto:
vai avanti e porta la tua attenzione a dove vuoi arrivare,
senza rimuginare su cosa hai fatto finora.

5. Monitora il modo in cui hai gestito il tuo tempo
e festeggia i tuoi progressi: in questo modo il tuo cervello percepisce
il piacere che deriva dai buoni risultati raggiunti ...
un'ottima leva per motivarti ad essere ancora più produttivo in futuro!

Al tuo successo!
Brian Tracy

La via del Transurfer - https://faregruppo.blogspot.it

giovedì 12 luglio 2018

Forza Luka

Leggetelo tutto d'un fiato, vi verranno i brividi.

“Da piccolo durante il periodo della guerra, fuori l’albergo che ci ospitava come rifugiati, calciavo continuamente il pallone contro il muro. Sognavo di giocare in grandi palcoscenici, e di scappare da tutto quello che mi circondava, volevo diventare un calciatore professionista.
Gli altri mi vedevano, e mi consideravano pazzo. Pensare al calcio, in un momento del genere... ma io volevo solo giocare, e calciare la palla, non mi faceva pensare a niente. Finita la guerra, mio padre che nel frattempo aveva trovato lavoro come meccanico per l’esercito, mi iscrisse in una scuola calcio, mi rifiutarono diverse volte, dicevano che non potevo giocare, perché troppo magro, avevo le ossa troppo piccole.
Io non mollai, la guerra non fermò il mio sogno, figuratevi se potevo mollare proprio ora.
Andai avanti e provai ad inseguire il mio sogno.
Con il mio club ho vinto tutto ed oggi sono qui, in finale di Coppa del Mondo con la mia Croazia e al fischio finale mi è passata in mente tutta la mia vita.
Come fai a non commuoverti? Come fai a non piangere?"


Forza Luka, noi siamo con te! Per noi già così, meriteresti il Pallone d'Oro!

La via del Transurfer - https://faregruppo.blogspot.it

mercoledì 11 luglio 2018

SINCRONIZZARE GLI EMISFERI
















Ogni emisfero è un occhio sul mondo con cui scriviamo la nostra mappa del territorio e le funzioni di entrambi sono delle vere e proprie porte della percezione. Nessuno dei due emisferi è in grado di cartografare da solo la realtà nella sua complessità, solo attraverso un lavoro di squadra si riuscirà a creare una rappresentazione più veritiera di essa. Questo modello operativo cerebrale può essere visto come una metafora della vita in cui l’emisfero sinistro, che rappresenta sia il dogmatismo cieco della scienza e della religione, ha bisogno di quello destro, rappresentato dall’intuizione, per riuscire a comprendere maggiormente se stessi e la realtà. Il corpo calloso che divide i nostri due emisferi cerebrali è costituito da una fascia di qualche centinaio di milioni di fibre nervose che trasmettono informazioni a una velocità pari a quattro miliardi di impulsi al secondo. L’integrazione o sincronizzazione biemisferica è fondamentale per la nostra espansione della consapevolezza e personale modellamento della realtà.https://www.dionidream.com/programma-realta-quantica/


Per bilanciare e riequilibrare gli emisferi, possiamo effettuare una veloce operazione di chirurgia cerebrale. In quanto guaritori potete guardare dall’alto fin dentro la testa del soggetto e immaginare di vedere i due emisferi cerebrali. Poi, immaginate che una parte del cervello entri nell’altra, vi rimanga un po’ e ne fuoriesca. Ripetete il processo nell’altro senso.

In questo modo, ogni parte del cervello ha avuto la possibilità di sperimentare l’altra, quindi si crea la possibilità di comunicazione dove prima c’era un muro di incomprensione. Poiché la non comunicazione tra i due emisferi del cervello era alla base del sintomo, ora esistono le condizioni per eliminarlo.

Puoi usare questa strategia anche prima di una autoipnosi o prima di induzioni o affermazioni o prima di un trattamento di cromopuntura


NEUROACUSTICA

Più gli emisferi sono sincronizzati, più è alta la capacità di concentrarsi, di gestire le emozioni, di raggiungere i risultati. Avendo gli emisferi sincronizzati, il nostro cervello è in grado di controllare molto meglio il funzionamento degli organi del nostro corpo.
Secondo i neurofisiologi, i geni riconosciuti come Bach o Einstein, avevano gli emisferi del cervello sincronizzati.

La maggioranza delle persone che incontrate nella vita pensa in maniera caotica. Dopo aver sincronizzato i vostri emisferi, avrete un netto vantaggio su di loro e potrete convincerle più facilmente di accettare i vostri punti di vista: il caos cede sempre davanti all'ordine.
Inizierete a ragionare meglio, a prendere delle decisioni giuste e logiche...e sarete molto meno manipolabili.

Non è affatto facile sincronizzare gli emisferi tramite i metodi conosciuti e tradizionali. Invece, è molto più facile farlo con l'aiuto delle tecnologie neuro acustiche, come testimoniano gli studi di alcuni ricercatori russi e stranieri (T. Budzinski, G. Carter, S. Ostashko ed latri).
La tecnica della sincronizzazione degli emisferi si usa largamente nella medicina militare e spaziale, come in Russia così altrove.

I moderni programmi neuroacustici sono capaci di sincronizzare i vostri emisferi e quindi, di migliorare i processi cognitivi, di sviluppare l'intuito, di armonizzare la sfera emozionale, di unire tutti gli aspetti dell'attività psichica in un'unica struttura della coscienza, il che conduce all'acquisizione del controllo delle emozioni e del proprio destino.

vedi il programma
Sincro - cervello

 La via del Transurfer - https://faregruppo.blogspot.it

giovedì 28 giugno 2018

NON FARE LA VITTIMA

"Abbiamo un intero mondo pieno di "vittime ".
"È abbastanza.
"Non dobbiamo essere vittime noi stessi. È una scarsità a cui non dobbiamo rimediare.
"Nuova definizione: Uno Scientologo, uno che non è una vittima".


L. Ron Hubbard

“We have a whole world full of ‘victims'.
“That's enough.
“We don't have to be victims ourselves. It's a scarcity we don't have to remedy.
“New definition: A Scientologist—one who is not a victim.”

L. Ron Hubbard

Excerpted from the article Technically Speaking written on 18 July 1959. This can be found in the 6th London ACC Lectures.

La via del Transurfer - https://faregruppo.blogspot.it

lunedì 25 giugno 2018

MEDITAZIONE della “piramide”

Leggilo prima due volte Inizia a chiudere gli occhi e a fare respiri profondi; lentamente, porta la tua attenzione sul tuo respiro. Prendine coscienza. Man mano che respiri senti che ti rilassi sempre di più. Immagina di essere in un bellissimo prato verde e noti che sopra di te c’è una bellissima e gigante aquila bianca.

 L’aquila inizia ad abbassarsi sempre di più fino a posarsi dolcemente vicino a te. Hai la sensazione che sia venuta a prenderti per portarti in un posto bellissimo. Ci sali sopra e lei si alza in volo. In questo momento tu sei sdraiato sul corpo dell’aquila e sei una cosa sola con lei. Puoi vedere ogni cosa dall’alto.

Senti felicità e libertà. In lontananza inizi a vedere una meravigliosa spiaggia con una piramide dorata. Siete attratti e meravigliati da questa piramide. Ti sta portando in questa spiaggia meravigliosa. Man mano che vi avvicinate siete sempre più meravigliati.

Arrivate sulla spiaggia e tu scendi dall’aquila. Ti senti in pace e pieno di gioia. Inizi a dirigerti verso la piramide dorata. Puoi sentire le onde, il profumo del mare ed ogni cosa i tuoi sensi ti comunicano. Stai passeggiando sulla spiaggia e ti senti molto bene.

Continuando a camminare ti avvicini sempre di più, fino a quando sei davanti alla porta della piramide. Apri la porta. Entri dentro. Lì c’è un meraviglioso salone con un trono dorato illuminato da una luce bianca luccicante. E’ bellissima e non ti dà fastidio.

Ti siedi sul trono e ti senti rilassato in questa luce bellissima. Fai un respiro profondo e vedi il tuo corpo che si illumina e diventa un corpo di luce! Una voce ti dice: “Tu sei questa luce, è la luce della creazione e tu sei un creatore. Da questo stato puoi creare e cambiare ogni cosa nella tua vita. Qui puoi avere ogni risposta.

Goditi questo stato. Sentilo in ogni parte del tuo corpo. Puoi chiedere ogni cosa desideri e ricevere le tue risposte.” Quando sei pronto, sentiti grato e ritorna dall’aquila. L’aquila ti riporterà in questo luogo ogni volta che lo desideri. Esci dalla piramide e avviati dove ti aspetta l’aquila. La ringrazi per questo viaggio, ci sali sopra per riportarti con amore nel prato verde. Arrivati nel prato scendi e l’aquila si alza in volo. Senti gioia, armonia e gratitudine per questo meraviglioso viaggio. Fai tre respiri profondi, prendendo coscienza del tuo corpo e riapri lentamente gli occhi.

Il processo di Cambiamento e Guarigione Questo processo puoi utilizzarlo sia per te che per altre persone. Puoi farlo a distanza senza la presenza fisica della persona oppure con la presenza fisica della persona. Ricordiamoci che facciamo parte di un'unica fonte, al quale siamo tutti connessi. Quando ti connetti con questa fonte (amore, luce, energia, universo, dio) attraverso la potente meditazione della Piramide, le cose semplicemente accadono. Quando aiuti qualcuno tramite il processo non ti connetti alla sua energia, ma sei connesso a questa fonte che tutto conosce. Non hai bisogno si sapere di cosa ha bisogno la persona, perché la fonte già conosce ciò di cui ha bisogno. Tu sei il facilitatore, di ciò accade. Chiedi il permesso prima di aiutare una persona. Sempre. Nel rispetto del suo libero arbitrio. Non perdi energia, forza e protezione quando sei connesso alla fonte.

Quando utilizzi questo processo per te stesso fai questo: - Definisci la situazione che vuoi cambiare. Voglio cambiare questo in quello. Scrivilo! - Immaginati nella piramide. Allenati all’inizio a farla per intero, poi quando riconosci la sensazione della tua connessione non ce n'è più bisogno. Semplicemente sarai lì! - Esprimi questa intenzione mentalmente senza parlare: “cara luce ti chiedo di cambiare questa cosa in quella per il mio massimo bene supremo. Grazie Grazie Grazie.” - Visualizza davanti a te la parte del tuo corpo o qualsiasi altra cosa/situazione che si riempie di luce e si trasforma in ciò che hai scelto. Senti una sensazione di gioia, pace e gratitudine che tutto è già avvenuto. Una volta che ti senti bene, fai tre respiri e apri gli occhi. Celebra con un’azione che ti piace, per festeggiare questo meraviglioso cambiamento.

Quando utilizzi questo processo per altre persone fai questo: - Immaginati nella piramide, dove di fronte a te è seduta la persona che vuoi aiutare (ovviamente ti ha dato il suo permesso). - Immagina di chiedere alla luce che cosa questa persona ha bisogno di sapere. La prima cosa che ti arriva è quella giusta. Ti può arrivare sotto forma di immagine, sensazione, suggerimento. Diglielo a voce alta con gli occhi chiusi. Chiedigli se vuole cambiarla. Se ti risponde positivo, vai avanti.

Esprimi questa intenzione mentalmente senza parlare: “cara luce ti chiedo di cambiare questa cosa in quella per il suo massimo bene supremo. Grazie Grazie Grazie.” - Visualizza la parte del suo corpo o qualsiasi altra situazione che si riempie di luce e si trasforma in ciò che desidera. Senti una sensazione di gioia, pace e gratitudine che tutto è già avvenuto per la persona. Una volta che ti senti ok, fai tre respiri e apri gli occhi. - Celebrate con un’azione. Può essere con un abbraccio, uno Yeahhh. Quello che volete per festeggiare il cambiamento!

http://www.francescoalbani.com/
La via del Transurfer - https://faregruppo.blogspot.it

vedi anche
https://it.advanced-mind-institute.org/store/emozioni-e-motivazione/grande-piramide/?affiliate=TRKCASWQK8H

la musica basata sulle frequenze della grande piramide di Cheope é l'ideale da usare come sottofondo per la meditazione e visualizzazione  esposta sopra