giovedì 14 giugno 2018

OGNUNO CREA LA SUA VITA

Per cambiare è importante essere pronti ad assumere la responsabilità di tutto ciò che state facendo nella vita, che sia la gioia o la rabbia, il bene o il male, il paradiso o l'infermo. Quando capisci di essere tu la causa di ciò che ti accade, quando questa responsabilità sarà accettata, i tuoi pensieri inizieranno a cambiare. Siate aperti alle nuove possibilità!

"...Un uomo camminava, camminava ...e ad un tratto si trovò nel paradiso. Era un paradiso all'indiana, con un albero dei desideri. Basta sedersi sotto l'albero e pensare ad un desiderio: sarà subito realizzato. L'uomo era stanco, si addormentò sotto l'albero, e al risveglio si sentì affamato, e pensò:
- Ho fame. Vorrei mangiare qualcosa.
E sbucò - dal nulla - un bel piatto di cibo. L'uomo iniziò a mangiare, senza pensare a nulla. Dopo aver riempito la pancia, gli venne un altro pensiero:
- Berrei qualcosa...
Ed arrivò un buon vino.

Sdraiato sotto l'albero, bevendo il vino, l'uomo rifletteva:
- Ma cosa sta succedendo? Forse sto dormendo? Oppure c'è qualche fantasma che si burla di me?

E allora arrivarono dei fantasmi. Erano orribili e feroci, così come lui se li immaginava.
Prese a tremare e pensò:
- Ora mi ammazzeranno.

E lo ammazzarono...".

La tua mente è il tuo albero dei desideri. Tutto ciò che pensi prima o dopo si realizza. A volte passa talmente tanto tempo che riesci a dimenticare di averlo voluto, e non sai trovare l'inizio. I tuoi pensieri creano te stesso e la tua vita, il tuo paradiso e il tuo inferno.
Ognuno tesse il mondo magico intorno a se e poi casca nella sua rete.
Nessuno ti tormenta come lo stai facendo tu stesso. Dopo che l'avrai capito, le cose iniziano a cambiare.
E poi sorgono le nuove possibilità: se sei già pronto, puoi smettere di creare i mondi. Non c'è bisogno di creare l'inferno o il paradiso, non c'è bisogno di ...creare.
Il creatore può rilassarsi e scomparire.
E la scomparsa della mente è la preghiera.

(pritchi.ru)
La via del Transurfer - https://faregruppo.blogspot.it

Nessun commento:

Posta un commento