lunedì 11 dicembre 2017

Mente quantica: attivarla in 3 mosse

Mente quantica. Non appena si ode questo nome ci si chiede: cosa significa? Cosa si vuole dire con il termine Mente quantica?

Con il termine Mente quantica, si intende descrivere una funzionalità elettrochimico magnetica differente e superiore ai normali processi biochimici presenti nelle attività neurali del cervello ma interconnessa ad essi.

WOOWW! Che parolone.

Ma in breve che significa Mente quantica?

Proverò a spiegarlo il più semplicemente possibile. In primo luogo deve essere precisato che esistono due meccanismi o sistemi di trasmissione grazie ai quali le cellule del sistema nervoso (neuroni) ed il corpo comunicano a vicenda.

Il primo è un sistema caratterizzato da elementi e funzionalità elettromagnetica che si esprime attraverso il sistema del tessuto connettivo presente in tutto il corpo e nel cervello. Questo sistema del tessuto connettivo si estende nel citoplasma dei nuclei delle cellule dei tessuti. Attraverso questo sistema i segnali nervosi sono estesi al corpo. Questo sistema produce un effetto diretto sulle cellule nonchè sul loro DNA.

Il secondo, è un sistema elettrochimico. Questo sistema coinvolge il movimento degli ioni attraverso le membrane delle cellule (definito come un potenziale di azione), la diffusione di elementi chimici denominati neurotrasmettitori fra i neuroni e le cellule dei muscoli. Questo sistema elettrochimico si interessa, coordinandola, anche alla diffusione dei cosiddetti neuroormoni alle cellule nervose,(i famosi neuroni), al sangue.

Il sangue trasporta questi ormoni ad altri neuroni i quali interagiscono con i ricevitori sulle membrane delle cellule. Questi ricevitori delle membrane cellulari, possono essere paragonati, benchè siano molecole proteiche, a delle antenne in quanto sporgono dalle membrane stesse. Qui viene il bello! Quando i neuroormoni si legano con i ricevitori proteici delle membrane cellulari inducono l’attivazione di cambiamenti nelle cellule. Tali cambiamenti avvengono sulla modulazione della sintesi proteica del loro DNA e quindi, di conseguenza, anche sul comportamento emesso.

Ma cosa significa questo?

Significa che la mente quantica agisce e si esprime oltre i due sistemi integrandoli entrambi! Per meglio comprenderci: un segnale elettrochimico può espandere la sua influenza per circa uno o due centimetri, mentre un segnale elettromagnetico può arrivare anche a qualche migliaio di Kilometri dalla sua origine. Entrambi agiscono sulle membrane cellulari e sul DNA. A fronte di quanto precede, si comprende come, se utilizzati i due sistemi nel modo giusto, sia possibile entrare nella legge quantistica di creazione della realtà.

Come attivare la mente quantica in 3 mosse.


riconoscere i propri pensieri domandandonsi: è esattamente ciò che voglio? Mi è utile? Se sì, a cosa? Cosa diventerò dopo che avrò ottenuto la manifestazione nella materia di questo pensiero/desiderio?
stabilire concretamente la qualità e la quantità. Dare una qualità emozionale al pensiero/desiderio portandolo nella sfera del vero interesse. Nella quantità sapere consapevolmente quanto questo stesso pensiero/desiderio influirà sulla tua vita. Quanto sei disposto a mettere in gioco, accettando l’imprevedibile (siamo nell’ambito delle possibilità infinite), nel voler la realizzazione del pensiero/desiderio divenuto interesse?
immaginare, provare, vedere, sentire, già tutto realizzato. Ogni parte del corpo ha la necessità di entrare in relazione con il pensiero/desiderio e impregnarsi di esso. In questo modo tutto il sistema reticolare e connettivo viene coinvolto nel processo. Più è forte il vivere il fatto compiuto, più sarà grande la forza elettromagnetica emessa e trasmessa nel mondo quantico.

Queste 3 mosse attivano i network neurali. Il sistema elettrochimico reagisce. Inizia una produzione di neuropeptidi e neuroormoni. I recettori molecolari si sintonizzano sulla vibrazione sensoriale determinata dal pensiero codificata dai neuroormoni e trasportata dal sangue. Il pensiero viene lanciato nell’universo quantico. Ciò è che stato prima un pensiero/desiderio si manifesta nella realtà.

Ho scritto questo articolo per due ragioni:
per i preoccupati. Abbandonare l’idea che se si ha un pensiero negativo questi si presenterà nella materia. Tutto dipende dalla intensità, dalla continuità e dalla immaginazione. Sono questi tre fattori a determinare la realizzazione nella materia dei pensieri provenienti dal mondo quantistico. Quindi: relax.
per coloro che voglio tutto, subito e oltre. La mossa numero uno precisa le intenzioni reali dietro l’utilizzo consapevole della mente quantica. Se non sei in grado di gestire le conseguenze di ciò che chiedi, è inutile chiederlo. Eviterai un mare di dispiaceri. Quando si chiede o si fa un utilizzo consapevole della mente quantica, è necessario ricordarsi, in ogni momento che, proprio perchè non esiste separazione, ogni tuo pensiero/desiderio manifestato nella materia influenza, inevitabilmente, anche l’intera umanità; partendo dalle persone a te più vicine. Ricordatelo sempre quando fai le tue richieste.

Ti auguro una buona e consapevole attivazione quantica.

Ciao

Sergio Audasso

https://www.piuchepuoi.it/generale/mente-quantica-attivarla-in-3-mosse/

La via del Transurfer - https://faregruppo.blogspot.it

Nessun commento:

Posta un commento