sabato 15 aprile 2017

LE REGOLE DI ZELAND

LE REGOLE DI ZELAND:"IO NON VOGLIO, NON SPERO. IO INTENDO."

- Le fantasie come tali non esistono. Qualsiasi fantasia è una realtà.

- Il vero successo s'innalza sulle rovine dei vostri fallimenti.

- La cosa più difficile è aspettare mantenendo la calma del padrone della situazione. Occorre sostenere la prova della pausa durante la quale non succede nulla.

- Se non gestite voi la realtà, questa inizia a gestire voi.

- Più è grande l'obiettivo, meno è la probabilità del successo.

- Accogliete i soldi con amore e attenzione e lasciateli andare senza attaccamenti.

- Io non voglio, non spero: io intendo.

- Rompendo gli stereotipi, aprite le porte chiuse.

- E' meglio amare sinceramente se stesso che amare falsamente gli altri.

- L'unica libertà che abbiamo è il libero arbitrio.

- Lo status quo non esiste, esiste o lo sviluppo o il degrado.

- Un lupo, come qualsiasi predatore, non prova né l'odio né il disprezzo per la sua preda (provate a provare l'odio verso una polpetta).

- Anche nelle situazioni peggiori, cercate sempre i lati positivi.

- Seguendo le orme degli altri, un uomo è destinato a seguire il sole calante.

La chiave della dignità è l'assenza del senso di colpa. Una vera forza della personalità non sta nella capacità di prendere per la gola, sta nella capacità di essere liberi dai sensi di colpa.

- Escludere dalla vita qualcosa non significa evitarlo, ma ignorarlo. Evitando, lo ammettiamo ma cerchiamo di liberarsene attivamente. Ignorare significa non avere le reazioni, e dunque, non averlo.

Vadim Zeland

Olga Samarina‎ a LA RADIONICA ESOTERICO-SCIENTIFICA RUSSA
La via del Transurfer - https://faregruppo.blogspot.it






Nessun commento:

Posta un commento