lunedì 1 settembre 2014

rimanere focalizzati

Dipende solo dal pensiero

Cosa mi fa affermare una cosa del genere? Se siete dei lettori assidui di questo blog avete sicuramente letto in qualche articolo precedente che il pensiero è la causa di qualsiasi evento accade nella nostra vita, bello o brutto che sia. Nulla infatti può esistere senza che sia stato prima immaginato al livello del pensiero.
Chi ha letto il mio libro La via della Creazione Consapevole” sa dell’esistenza dei due livelli su cui si basa qualsiasi creazione: il livello spirituale e quello materiale, e di come questi interagiscano nel processo di materializzazione della realtà.
Qual’è la chiave di questo meccanismo? Per comprenderlo dovete modificare il vostro punto di vista, e smettere di credere che il risultato finale dipenda dalla direzione presa.
Ricordate questo concetto fondamentale:
Il risultato finale dipende solo ed esclusivamente dalla nostra capacità di concentrarci sul risultato desiderato.
Nel caso del navigatore l’unica cosa importante è aver impostato la destinazione giusta. Non serve nient’altro, perchè quella singola informazione è più che sufficiente per fare in modo che possiate raggiungere la meta desiderata.
Possiamo affermare che il navigatore riesce sempre nel suo intento perchè è ‘focalizzato‘ sul risultato finale. E’ stato progettato per funzionare in quel modo, pertanto nulla al mondo potrà distoglierlo da quello scopo.
La parola magica allora è la ‘focalizzazione‘ del nostro intento sul risultato desiderato. Dato che è il pensiero a determinare qualsiasi cosa si manifesta nella nostra vita, l’unica cosa importante per la riuscita di qualsiasi iniziativa è focalizzarsi con tutto il proprio essere sul risultato voluto.
L’errore che comunemente facciamo è quello di pensare invece a tutti gli ostacoli che potremmo incontrare, finendo così col distogliere la nostra attenzione dalla soluzione, per concentrarla esclusivamente sul problema.
Qualcuno a questo punto potrebbe obiettare che analizzare i possibili problemi è importante per evitare di fare errori, e che stando seduti pensando solo alla soluzione finale non ci porterebbe da nessuna parte.
Apparentemente questo ragionamento potrebbe sembrare giusto, ma è importante arrivare a concepire il modo in cui le cose accadono veramente. Innanzi tutto, teniamo bene in mente che pensando ai possibili problemi non facciamo altro che ottenere la materializzazione di quei problemi.
L’altro aspetto importante da considerare è che l’Universo esaudisce immediatamente il nostro desiderio, anzi più esattamente quel desiderio è già esaudito da qualche parte nello spazio-tempo. L’Universo quindi si mette subito in moto per condurci a quel risultato, esattamente come farebbe un navigatore GPS. Ed esattamente come fa un navigatore GPS, ci da costantemente indicazioni per portarci al risultato voluto. Come? Certamente non con una soave vocina che ci indica tutte le decisioni da prendere, sarebbe troppo bello.
L’Universo ci indica la strada attraverso quelle che noi chiamiamo ‘coincidenze’. Lo può fare in qualsiasi momento e in modi del tutto inaspettati, come per esempio una frase che ci viene detta da un conoscente, o una telefonata improvvisa e inaspettata, o una intuizione che ci balza improvvisamente nella mente.
Insomma, abbiamo tutti gli strumenti per riuscire in qualsiasi impresa, e la cosa più interessante è che possiamo farlo indipendentemente dalla strada che scegliamo di intraprendere.
L’unica cosa davvero importante è rimanere focalizzati sulla soluzione finale, e prestare molta attenzione a tutti i segnali che l’Universo ci manda per metterci sulla giusta strada. Non preoccupatevi, perchè anche se ‘manchiamo’ qualche indicazione, l’Universo ricalcolerà immediatamente il percorso, e ci condurrà comunque dove desideriamo andare.
In altre parole, per chi sa come si fa è impossibile sbagliare.
Fonte
http://www.campoquantico.it/wordpress/impossibile-sbagliare/

Nessun commento:

Posta un commento