venerdì 26 giugno 2015

Avete un problema? Bene!


Se avete un problema, siete a cavallo! Perché? Perché le vittorie ripetute sulle difficoltà che si
incontrano sono i pioli della scala che pori al successo. Ogni vittoria vi permette di crescere
in saggezza, maturità ed esperienza. Diventerete una persona migliore, più adulta e capace
di riuscire in ciò che fate tutte le volte che affrontate un problema e i risolvete con AMP.
Fermatevi un attimo a riflettere. Potete addurre un esempio in cui la realizzazione non sia
stata compiuta, da voi o da qualunque personaggio storico, grazie alla soluzione di un
problema?
Tutti hanno dei problemi. Questo è scontato perché ogni cosa dell'universo è sottoposta a un
continuo processo di mutamento. Il cambiamento è una legge naturale ineluttabile. Quello di
cui dobbiamo preoccuparci è l'atteggiamento mentale con cui affrontiamo il cambiamento.
Possiamo orientare i nostri pensieri e controllare le nostre emozioni, modulando così anche
gli atteggiamenti. Possiamo scegliere se adottare disposizioni mentali positive o negative e
decidere quando usare, controllare, condizionare o armonizzare i cambiamenti che
avvengono dentro di noi o nell'ambiente circostante. Ciò significa influire sul proprio destino.
Affrontando la sfida del cambiamento con AMP possiamo risolvere in maniera intelligente
ciascun problema che ci capita.
che modo affrontare una difficoltà grazie all'AMP?
Conoscendo il primo assioma del pensiero positivo: Dio è sempre buon Dio e credendo in
esso —, lo si può usare efficacemente per risolvere i propri problemi. Ecco la formula di
applicazione:
Ogni volta che dovete risolvere un problema, anche il più sconcertante, procedete così:

1. Chiedete la Guida Divina. Fatevi aiutare nella ricerca della soluzione giusta.
2. Dedicate una parte del vostro tempo alla riflessione, con lo scopo di risolvere i
problemi che avete. Ricordate che, per chi
assume un AMP, ogni avversità contiene in sé il germe di un vantaggio equivalente se non
maggiore.
3. Definite il problema. Analizzatelo e datene una definizione precisa.
4. Dite a voi stessi con entusiasmo: «Va bene!»
5. Ponetevi domande specifiche, per esempio:
a. Cosa c'è di positivo in tutto ciò?
b. In che modo posso convertire questa difficoltà nel seme di
un vantaggio equivalente o maggiore? In che modo posso
trasformare questa passività in un'attività?
6. Continuate a cercare le risposte a tali domande finché non troverete almeno una

soluzione operativa.

Napoleon Hill

AMP Atteggiamento Mentale Positivo

Nessun commento:

Posta un commento