giovedì 16 novembre 2017

IL MONDO E' UNO SPECCHIO
















Con la vostra volonta’ voi dichiariate qualsiasi evento o circostanza come favorevole, che gioca a vostro favore.

Questo non e’ l’affidamento sulla buona volonta’ del mondo, che si prende cura di te. Questa non e’ la certezza, la quale le circostanze possono cambiare. Questa non e’ la presunzione basata sulla fede cieca nel successo. E neanche l’ottimismo, come tratto caratteriale.

Questa e’ l’intenzione del Creatore. Voi create lo strato del vostro mondo – e gestistite la vostra realta’. Sei un creatore della realta’ se sai come “muovere te stesso” consentendo anche al mondo la liberta’ del movimento.

Il Creatore non e’ una figura attiva ma piuttosto l’osservatore.

Non SOTTOMETTERE ma PERMETTERE – in questo sta la sua intenzione. Guardandosi allo specchio, bisogna muovere non il riflesso ma la sua rappresentazione – cioe’ l’atteggiamento e la direzione dei pensieri. In altre parole non provare a catturare il riflesso ma “muovere te stesso”..

Dopo tutto il mondo e’ solo lo specchio. E’ necessario sentirlo. Lascia che il mondo sia confortevole pet te qui ed ora. Tu sei che permetti questo.. Sta a te a decidere. Il segreto della forza e’ nell’allentare la presa...

Quando volete ottenere qualcosa dal mondo, non costringetelo di darvelo. Cosa puo’ riflettere uno specchio se davanti ne salta un bambino capriccioso: “ Io voglio! Dammelo!” Certo, tu desideri e chiedi. Questo e’ il fatto, ne meno, ne piu’. Il principio e’ semplice. Se vuoi che il riflesso nello specchio del mondo ti si muove incontro, fai tu il primo passo avanti.


Rinunciate all'intenzione interna di "ottenere" e sostituitela con l'intenzione di dare, e otterrete cio’ a cui avete rinunciato.

Volete ottenere il riconoscimento e il rispetto da qualquno? Non chiedetelo.
Rispettattelo voi stessi, in modo, che questa persona si sente importante ai vostri occhi.
Avete bisogno di compassione e di gratitudine? Non cercateli. Esprimete una sincera attenzione e prendete cura dei suoi problemi... Avete bisogno di sostegno e di aiuto? Aiutate voi stessi per primi.
In questo modo aumentate la vostra importanza, allora l'altra persona non vorra’ essere da meno e non restera’ “indebitata”... In tutti questi casi, otterrete sicuramente quello a cui avete rinunciato.



La via del Transurfer - https://faregruppo.blogspot.it

Nessun commento:

Posta un commento